Gastroturismo: Campania

Piatti tipici del Territorio


pasta e patate

 tagliatelle con cime di rapa e gamberi

frittura di paranza

ragù alla napoletana

 pizza napoletana verace

babbà napoletano al ruVisita paginam

sfogliatella riccia


Pasta e patate alla napoletana

pasta e patate

Ingredienti

Pasta Mista 320 g
Patate 750 g
Sedano 150 g
Carote 150 g
Cipolle bianche 1
Lardo 130 g
Concentrato di pomodoro 20 g
Rosmarino 1 rametto
Parmigiano reggiano la crosta 1
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale fino q.b.
Pepe nero q.b.

Preparazione

Mondate il sedano, carota e cipolla e poi sminuzzateli finemente.
Poi pulite anche le patate e tagliatele a tocchetti irregolari di circa 2 cm. Infine affettate e poi sminuzzate il lardo. A questo punto avete tutto quello che vi occorre, spostatevi ai fornelli. Mettete sul fuoco una casseruola e un giro d’olio, aggiungete il lardo e lasciatelo scaldare a fuoco dolce per qualche minuto.
Tuffate il trito di cipolla, carote e sedano. Dopo qualche minuto unite le patate e lasciatele insaporire per qualche minuto mescolando di tanto in tanto evitando così che bruci il fondo. Aggiungete anche il rosmarino e la crosta di formaggio (prima potete lavarla e grattare la parte esterna); unite anche il concentrato di pomodoro e mescolate. Versate 600 g di acqua calda, aggiustate di sale e di pepe.
Infine coprite con il coperchio lasciando cuocere a fuoco dolce per 30 minuti; al bisogno potete aggiungere ancora un po’ di acqua. Trascorso il tempo le patate risulteranno ammorbidite, schiacciatene una parte con il dorso del cucchiaio di legno; a questo punto versate la pasta mista.
Aggiungete subito altri 250 g di acqua calda e portate il tutto a bollore. Lasciate cuocere la pasta mescolando di tanto in tanto: se dovesse servire potrete aggiungere altra acqua al bisogno; assicuratevi che sia giusto di sale. A fine cottura però ricordate che il composto dovrà risultare cremoso e quasi asciutto. Quindi eliminate i rametti di rosmarino e impiattate la vostra pasta e patate alla napoletana guarnendo con un giro di olio.
La ricetta è tratta da https://ricette.giallozafferano.it

Tagliatelle con cime di rapa e gamberi

tagliatelle-con-cime-di-rapa

Ingredienti:
Tagliatelle all’uovo 500 gr
Cime di rapa 500 gr
Gamberi sgusciati – 300 gr
Origano fresco – 2 rametti
Alloro 1 foglia
Spicchio di aglio 2
Sale q.b.
Pepe nero facoltativo – q.b.
Peperoncino rosso piccante facoltativo – 1

Preparazione

Portate una pentola d’acqua a ebollizione, salatela e tuffatevi le cime di rapa pulite e tagliate a metà. Lasciatele cuocere per 5 minuti circa.  Preparatevi una ciotola con acqua e ghiaccio. Scolate le cime e passatele nell’acqua ghiacciata per fissarne il colore.  Scaldate un generoso giro d’olio in una padella, aggiungete uno spicchio d’aglio in camicia e fatelo soffriggere. Nel frattempo scolate e strizzate le cime di rapa, tritatele grossolanamente e passatele in padella con l’aglio. Preparatevi un’altra padella con un altro po’ d’olio extravergine e sempre uno spicchio d’aglio in camicia. Aromatizzate con l’origano fresco e una foglia d’alloro. Aggiungete i gamberi e fateli rosolare. Salateli e pepateli. Se vi piace, aggiungete un peperoncino alle cime di rapa e fate saltare il tutto. Tuffate le tagliatelle nella stessa acqua utilizzata per cuocere le cime e portatele a cottura al dente. Utilizzate un po’ d’acqua di cottura per bagnare le cime di rapa sul fuoco, togliete l’aglio e fate saltare per un altro minuto. Scolate le tagliatelle e passatele direttamente in padella con le cime di rapa, fate saltare per amalgamare gli ingredienti. Unite i gamberi alla padella con le tagliatelle e fate saltare un altro po’. Servite le tagliatelle con cime di rapa e gamberi aggiungendo a piacere un filo d’olio extravergine a crudo e del pepe nero macinato fresco.
 La ricetta è tratta da http://www.cookaround.com.

Frittura di paranza

Frittura di paranza

Ingredienti

 Pesce misto piccoli – 1 kg
Olio di semi per frittura 1 l
Farina per infarinare – q.b.
Aglio in polvere facoltativo – 2 cucchiai da tè
Pepe bianco facoltativo – 1 cucchiaio da tè
Sale q.b.

Preparazione

Pulite bene i pesci per la frittura di paranza: eviscerateli, diliscateli e squamateli. Scaldate molto bene abbondante olio per fritture in una padella. Nel frattempo mettete la farina in un sacchetto di plastica per alimenti. Se vi piace potete aromatizzare la farina con l’aglio in polvere e del pepe bianco.  Unite i pesci nel sacchetto con la farina e scuotetelo in modo tale che i pesci siano completamente rivestiti dalla farina.  Trasferite i pesci in un colino scuotendolo affinché i pesci perdano la farina in eccesso rimanendo coperti solo da un leggero velo di farina.  Controllate la temperatura dell’olio immergendo uno stecchino: se si formano delle bollicine tutt’intorno allo stecchino allora l’olio è pronto per la frittura. Tuffate via via tutti i pesci lasciandoli friggere fino a doratura.  Una volta ben fritti, prelevate i pesci dall’olio e trasferiteli su carta paglia per farli asciugare dall’olio in eccesso. Servite la frittura di paranza ancora ben calda accompagnandola con spicchi di limone e fiocchetti di sale.
 La ricetta è tratta da https://www.cookaround.com

Ragù alla napoletana

Ragù-alla-napoletana

Ingredienti

500 g Polpa di manzo

150 g Passato di pomodoro

70 g Conserva di pomodoro

50 g Lardo in un pezzo solo

50 g Strutto

Cipolla

Basilico

Vino rosso

Sale

Preparazione

Lardellate la carne (un pezzo di fesone di spalla, oppure di sottofesa o di spinacino di manzo) con il lardo ridotto a striscioline. Fate sciogliere lo strutto in una pentola, possibilmente di coccio (si può sostituire metà dello strutto con altrettanto olio, ma non usare solo olio).
Unite qualche foglia di basilico e la carne. Salate, quindi bagnate con un bicchiere di acqua, ponete al fuoco, fate prendere il bollore e coprite. Controllate spesso e, quando l’acqua sarà stata assorbita, bagnate ancora la carne con mezzo bicchiere di vino rosso. Scaldate a parte il passato di pomodoro con la conserva, il tutto diluito con due bicchieri di acqua.
Quando il vino sarà evaporato, coprite la carne con parte di questa salsa e con la cipolla tritata; salate, poi continuate la cottura a fuoco basso, aggiungendo altra salsa, fino che l’avrete consumata tutta.
Complessivamente, la lenta cottura del ragù deve durare almeno 3 ore a fuoco molto basso. Condite con il ragù dei grossi maccheroni o zite e servite la carne a parte.
La ricetta è tratta da https://www.lacucinaitaliana.it

Pizza napoletana verace

vera pizza napoletana

Questa  la ricetta della Vera Pizza Napoletana tratta dal “Disciplinare Internazionale dell’Associazione Verace Pizza Napoletana“.
“Analizziamo subito l’aspetto finale della vera pizza napoletana in seguito alla cottura nel forno a legna:
1. la pizza napoletana è tondeggiante, con un diametro di circa 30-35cm;
2. la pizza napoletana presenta il bordo rialzato (il famoso cornicione), gonfio e privo di bruciature;
3. la pizza napoletana deve essere morbida ed elastica.

Gli ingredienti

Ora passiamo agli ingredienti per preparare l’impasto della vera pizza napoletana.
Riportiamo un valore dei vari ingredienti rapportato a 1 litro di acqua:
– acqua: 1 litro
– sale: 50-55 gr
– lievito: 3 gr
– farina: 1,7-1,8 kg (farina 00 o 0)

 La preparazione

Si mescolano farina, acqua, sale e lievito. Si versa un litro di acqua nell’impastatrice, si scioglie una quantità di sale marino compresa tra i 50 e i 55 g, si aggiunge il 10 % della farina rispetto alla quantità complessiva prevista, successivamente si stemperano 3 g di lievito di birra, si avvia l’impastatrice e si aggiunge gradualmente il resto della farina W 220-380 fino al raggiungimento della consistenza desiderata, definita punto di pasta.
Tale operazione deve durare 10 minuti.
Successivamente l’impasto deve essere lavorato nell’impastatrice per 20 minuti a bassa velocità.

 La lievitazione